Le neuroscienze derivano dalla biologia e convergono in un insieme di discipline che definiscono il funzionamento del sistema nervoso. 

All’interno delle neuroscienze si analizzano diversi aspetti del nostro sistema nervoso; quelli molecolari e cellulari, ma anche quelli dello sviluppo, strutturali e funzionali.

L’utilizzo delle neuroscienze riguarda prevalentemente l’ambito clinico, ma può essere anche molto utile e interessante indagarne gli aspetti che implementano le capacità cognitive. 

Lo stress lavoro correlato:

Sappiamo che conciliare vita privata e lavoro, non è un’impresa facile. Se siamo stressati sul luogo di lavoro, questo si ripercuote anche nella nostra vita quotidiana.

Lo stress lavoro correlato, ad esempio, è uno dei rischi che corriamo nello svolgimento della nostra attività professionale. 

Lo stress lavoro correlato riguarda lo squilibrio tra la mole di richieste che vengono effettuate al lavoratore e le sue effettive capacità di affrontarle.

La domanda è dunque sproporzionata rispetto alle possibilità di risposta del dipendente.
Lo stato di stress, se prolungato nel tempo, può aggravare il nostro stato psicofisico e indurre a conseguenze sul nostro sistema nervoso che determinano patologie più gravi.
Per questo è bene individuarlo e prevenirlo all’interno delle aziende.

Il Neurofeedback e il potenziamento neurocognitivo:

Per migliorare la qualità della vita sul posto di lavoro viene in soccorso il neurofeedback.
Le tecniche più avanzate di neurofeedback mirano a ottimizzare le prestazioni cerebrali basandosi sulle caratteristiche soggettive di ogni cervello. 

Questa tecnologia all’avanguardia riduce lo stato di malessere del soggetto e gli permette di sfruttare le potenzialità del suo cervello al loro apice e, nel caso del biofeedback, di limitare gli atteggiamenti disfunzionali.

Il neurofeedback viene inoltre utilizzato per curare i disturbi dello spettro ansioso e i disturbi del comportamento, come ADHD e disturbo dell’attenzione.

All’interno del contesto aziendale dunque, neurofeedback  e biofeedback potrebbero costituire la chiave di volta per affrontare e superare le avversità causate dalla patologia dello stress lavoro correlato.